OM.EN S.r.l.
Il tuo consulente aziendale in italia
                              

Sicurezza sul lavoro - Sede di Reggio Emilia (RE)

CORSO PER RSPP (RESPONSABILE SICUREZZA, PREVENZIONE E PROTEZIONE) NON DATORE DI LAVORO - Ed1

RSPP e ASPP

Data/e Edizione

Corso: Da Mar 13 Ott 2020 09:00 a Mar 17 Nov 2020 18:00
Date: Mar 13 Ott 2020 09:00 - Mar 20 Ott 2020 09:00 - Mar 27 Ott 2020 09:00 - Mar 3 Nov 2020 09:00 - Mar 10 Nov 2020 09:00 - Mar 17 Nov 2020 09:00
Data: Mar 13 Ott 2020 09:00 - Mar 17 Nov 2020 18:00

Luogo: Via Umberto Terracini n° 14 43052 Colorno (PR) - ITALIA

DESTINATARI: Il corso è rivolto a tutti i lavoratori che ricoprono il ruolo di RSPP

CONTENUTI:

Modulo A - 24 ore 
L’articolazione del corso in termini di programmazione, le metodologie impiegate, il ruolo e la partecipazione dello staff, le informazioni organizzative, presentazione dei partecipanti, il D.lgs. N. 81/2008 in riferimento al carattere gestionale-organizzativo dato dalla legislazione al sistema di prevenzione aziendale, l’evoluzione legislativa sulla salute e sicurezza sul lavoro, lo statuto dei lavoratori e la normativa sull’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni e le malattie professionali, l’impostazione di base data al D.lgs. n. 81/2008 dal legislatore, i principi costituzionali e gli obblighi civili e penali dati dall’ordinamento giuridico nazionale, il quadro giuridico europeo (direttive, regolamenti, raccomandazioni, pareri), i profili di responsabilità amministrativa, la legislazione relativa a particolari categorie di lavoro: lavoro minorile, lavoratrici madri, lavoro notturno, lavori atipici, ecc., il d.m.10 marzo 1998 e il quadro legislativo antincendio, le principali norme tecniche (UNI, CEI), accenni sulle attività di normalizzazione nazionali ed europee, Capo II del Titolo I del D.lgs. n. 81/2008, vigilanza e controllo, il sistema delle prescrizioni e delle sanzioni, le omologazioni, le verifiche periodiche, informazione, assistenza e consulenza, organismi paritetici e accordi di categoria, Azienda Sanitaria, direzione territoriale del lavoro, vigili del fuoco, INAIL, ARPA.
Il sistema sicurezza aziendale secondo il D. lgs. N. 81/2008, datore di lavoro, dirigenti e preposti; responsabile del servizio prevenzione e protezione e addetti ASPP; medico competente; rappresentante dei lavoratori per la sicurezza e rappresentante dei lavoratori per la sicurezza territoriale e di sito; addetti alla prevenzione incendi, evacuazione dei lavoratori e primo soccorso; lavoratori, progettisti, fabbricanti, fornitori ed installatori; lavoratori autonomi; imprese familiari; concetti di pericolo, rischio, danno, prevenzione e protezione Principio di precauzione: attenzione alle lavoratrici in stato di gravidanza, alle differenze di genere, all’età, alla provenienza da altri Paesi e quelli connessi alla specifica tipologia contrattuale attraverso cui viene resa la prestazione di lavoro; analisi degli infortuni: cause, modalità di accadimento, indicatori, analisi statistica e andamento nel tempo, registro infortuni; analisi delle malattie professionali: cause, modalità di accadimento, indicatori, analisi statistica e andamento nel tempo; le fonti statiche: strumenti e materiale informativo disponibile; valutazione dei rischi: metodologie e criteri per la valutazione dei rischi; fasi e attività del processo valutativo; il contesto di applicazione delle procedure standardizzate; contenuti, struttura e organizzazione del documento di valutazione dei rischi; la valutazione dei rischi da interferire e la gestione di contratti di appalto o d’opera o di somministrazione; la classificazione dei rischi specifici in relazione alla relativa normativa di salute e sicurezza; la segnaletica di sicurezza; i dispositivi di protezione individuale: criteri di scelta e di utilizzo; la gestione delle emergenze; il rischio incendio: caratteristiche e procedure di gestione; il piano di emergenza e di primo soccorso: ambiti e applicazioni; sorveglianza sanitaria: obiettivi e obblighi; specifiche tutele per le lavoratrici madri, minori, invalidi, visite mediche e giudizi di idoneità, ricorsi; informazione, formazione e addestramento dei soggetti previsti nel D. lgs. n. 81/2008; la consultazione aziendale della sicurezza; le relazioni tra soggetti del sistema prevenzione.
Modulo B - 48 ore 
Tecniche specifiche di valutazione dei rischi e analisi degli incidenti; ambiente e luoghi di lavoro; rischio incendio e gestione delle emergenze - Atex; rischi infortunistici: macchine, impianti e attrezzature, rischio elettrico, rischio meccanico; movimentazione merci: apparecchi di sollevamento e attrezzature per trasporto merci; mezzi di trasporto: ferroviario, su strada, aereo e marittimo; Rischi infortunistici: cadute dall’alto, rischi di natura ergonomica e legati all’organizzazione del lavoro; movimentazione manuale dei carichi; attrezzature munite di videoterminali; rischi di natura psico-sociale: stress lavoro-correlato, fenomeni di mobbing e sindrome da burn-out; agenti fisici, agenti chimici, cancerogeni e mutageni; amianto; agenti biologici; rischi connessi ad attività particolari:
ambienti confinati e/o sospesi di inquinamento, attività su strada, gestione rifiuti; rischi connessi all’assunzione di sostanze stupefacenti, psicotrope ed alcol; organizzazione dei processi produttivi. 
Modulo C - 28 ore
L’articolazione del corso in termini di programmazione; le metodologie impiegate; il ruolo e la partecipazione dello staff; le informazioni organizzative; presentazione dei partecipanti; ruolo dell’informazione e della formazione; le fonti informative su salute e sicurezza del luogo di lavoro; metodologie per una corretta informazione in azienda (riunioni, gruppi di lavoro specifici, conferenze, seminari informativi, ecc.); strumenti di informazione su salute e sicurezza sul lavoro (circolari, cartellonistica, opuscoli, audiovisivi, avvisi, news, sistemi in rete, ecc.); la formazione: il concetto di apprendimento; le metodologie didattiche attive: analisi e presentazione delle principali metodologie utilizzate nell’andragogia; elementi di progettazione didattica: analisi del fabbisogno, definizione degli obiettivi didattici, scelta dei contenuti in funzione degli obiettivi, metodologie didattiche, sistemi di valutazione dei risultati della formazione in azienda.
La valutazione del rischio come: Processo di pianificazione della prevenzione; Conoscenza del sistema di organizzazione aziendale come base per l’individuazione e l’analisi dei rischi con particolare riferimento ad obblighi, responsabilità e deleghe funzionali ed organizzative; Elaborazione di metodi per il controllo della efficacia ed efficienza nel tempo dei provvedimenti di sicurezza adottati.
Il sistema di gestione della sicurezza: linee guida UNI-INAIL integrazione confronto con norme e standard (OSHAS 18001, ISO,ecc.).Il processo del miglioramento continuo. Organizzazione e gestione integrata: Sinergie tra i sistemi di gestione qualità (ISO 9001), ambiente (ISO 14001), sicurezza (OHSAS 18001); Procedure semplificate MOG (d.m.13/02/2014); Attività tecnico amministrative (capitolati, percorsi amministrativi, aspetti economici), Programma, pianificazione e organizzazione della manutenzione ordinaria e straordinaria. La responsabilità amministrativa delle persone giuridiche (d.lgs. n. 231/2001):  ambito di operatività e effetti giuridici (art. 9 legge n. 123/2007). Il sistema delle relazioni RLS, datore di lavoro, medico competente, lavoratori, enti pubblici, fornitori, lavoratori autonomi, appaltatori, ecc., Caratteristiche e obiettivi che incidono sulle relazioni., Ruolo della comunicazione nelle diverse situazioni di lavoro, Individuazione dei punti di consenso e disaccordo per mediare le varie posizioni., Cenni ai metodi, tecniche e strumenti della comunicazione, La rete di comunicazione in azienda, Gestione degli incontri di lavoro e della riunione periodica, Chiusura della riunione e pianificazione delle attività, Attività post-riunione, La percezione individuale dei rischi, negoziazione e gestione delle relazioni sindacali, Art. 9 della legge n. 300/1970, Rapporto fra gestione della sicurezza e aspetti sindacali, Criticità e punti di forza. Cultura della sicurezza, Analisi del clima aziendale; Elementi fondamentali per comprendere, il ruolo dei bisogni nello sviluppo della motivazione delle persone. Benessere organizzativo: Motivazione, collaborazione, corretta circolazione delle informazioni, analisi delle relazioni, gestione del conflitto; Fattori di natura ergonomica e stress lavoro correlato, Team building, Aspetti metodologici per la gestione del team building finalizzato al benessere organizzativo.

 

Telefono
Sedi OM.EN S.r.l.
  • Via Umberto Terracini n° 14
  • 43052 Colorno (PR) - ITALIA
  • +39 0521 312577
  • +39 0521 811003
  • info@euroomen.it
  • C.F. e P. IVA 02350360349
  • Via Altiero Spinelli n° 35
  • 42023 Cadelbosco Sopra (RE) - ITALIA
  • +39 0522 919326
  • info@euroomen.it
  • C.F. e P. IVA 02350360349

2019 © OM.EN S.r.l. | Pagina generata in 0.47 secondi. Memoria utilizzata per caricare la pagina: 17.84MB.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie tecnici di parti terze per la condivisione delle informazioni attraverso i social network. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy e cookie policy che la cookie policy.